.
Annunci online

Habitat
post pubblicato in le mie poesie, il 4 maggio 2016

Sassari


L’aria ci guida tra le vecchie mura

da qui il mare non si vede

alcuni negozi fermi nel tempo, altri

impazzano di colori e svendite.


E’ un’altra quiete, una lentezza

un tempo piccolo a guarire

i passi in Piazza Italia.


Badesi, Li Junchi


Le onde nel maestrale

bianche, alte

brillavano al tocco

della sabbia.


Non si sapeva nulla

del domani, il fragore

zittiva ogni superfluo.


Noi, in pace

negli occhi il riposo del sale.


Cala Sarraina


Il verde, il blu

senza confini, il rosmarino

ai bordi lungo la discesa

manca il fiato ad ogni bivio


combatto con la polvere

felicemente

ad ogni passo


ma è in questo martedì d’agosto

che la mia lingua scalcia

dentro la pineta.


Alghero


C’è troppo vento, mi dici

intanto che scrutavi

l’orizzonte, le torri, il perimetro

dei muri, il continente fuori.


Ascolto solo questa vita

che il bianco mi divora.


Vignola mare


La falcata del mare

ci ha travolti

poi, come sabbia chiara


dispersi.




© Anna Salvini




permalink | inviato da apassoleggero il 4/5/2016 alle 7:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia settembre